Blog: http://teoraventura.ilcannocchiale.it

Aliano e Don Carlo

                  

 

 

 

“... spalancai una porta-finestra, mi affiancai ad un balcone, dalla pericolante ringhiera settecentesca di ferro e, venendo dall'ombra dell' interno, rimasi quasi accecato dall'improvviso biancore abbagliante. Sotto di me c'era il burrone; davanti senza che nulla si fraponesse allo sguardo, l'infinita distesa delle argille aride, senza un segno di vita umana, ondulanti nel sole a perdita d'occhio, fin dove, lontanissime, parevano sciogliersi nel cielo bianco.”

Carlo Levi, Cristo si è fermato ad Eboli

 

 

Pubblicato il 15/8/2010 alle 17.11 nella rubrica altra irpinia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web