Blog: http://teoraventura.ilcannocchiale.it

Teora e il referendum del 2 giugno 1946

Ieri si è festeggiato il 62° anniversario del referendum istituzionale che sanc' la vittoria dell'opzione repubblicana su quella monarchica; quest'anno si celebra anche il 60° aaniversario dall'entrata in vigore della Costituzione.
Di recente mi sta capitando spesso di avere confidenza con quel periodo storico e in particolare su cosa succedeva in Irpinia in quel periodo e negli anni precedenti, quelli della guerra e del fascismo. E' una cosa a cui ho iniziato a lavorare tempo fa, poi, dopo averla proposta ad alcuni "promotori culturali" della nostra provincia senza successo, l'ho messa nei cassetti. Poi ho trovato altre persone, che io ripeto serie e con cui ho potuto condividere gli obiettivi di fondo della mia ricerca, e ora sembra che ci siamo e questo lavoro a più voci possa vedere la luce fra qualche mese (si spera pochi!).
Da questi fogli nel cassetto incollo qui un pezzo che riguarda Teora e il referendum del 2 giugno 1946. 


Negli anni ’40, La figura sociale predominante nella società teorese non si discostava molto da quella di molti altri paesi della provincia irpina: una figura mista di bracciante, di affittuario e di piccolo proprietario. Di solito anche gli artigiani e i commercianti erano coltivatori diretti e si avvalevano del contributo di altri membri del nucleo familiare. Coloro i quali facevano valere le proprie rendite derivanti da proprietà terriere non erano comunque latifondisti, poiché possedevano appezzamenti di terreni frazionati e avevano pochi braccianti ciascuno al proprio servizio, spesso coincidenti con nuclei interi di famiglie contadine. Non si ha notizia di lotte organizzate per la terra a Teora in contemporanea alle lotte che avvenivano in paesi non molto lontani. [...]

Nelle elezioni per la Costituente a Teora ebbero la meglio le forze moderate di centro destra - il Blocco Nazionale del Lavoro, l'Unione Democratica Nazionale e Democrazia del Lavoro -, la Democrazia Cristiana fece una timida comparsa mentre le forze di sinistra raccoglievano poco ( 36 voti il PCI, 44 i socialisti e 28 gli azionisti). Si profilerà, soprattutto attorno a Giuseppe Sibilia, che poi aderirà prima ai liberali e poi al partito monarchico (sarà candidato alle elezioni politiche nel 1953 per i liberali e per monarchici e Fiamma Tricolore alle elezioni provinciali del 1956), un consenso elettorale che però sarà alquanto svincolato dalle elezioni amministrative tenutesi poi in autunno, il 3 novembre 1946.

Per quanto riguarda il referendum istituzionale, Teora sostenne la monarchia, che ottenne circa i 2/3 dei voti ( 907 per la monarchia e 448 per la Repubblica su 1355 votanti). Da segnalare che andò a votare l'87,7% degli aventi diritto, segno di una maturità politica forte e di un buon lavoro di tutte le forze politiche allora presenti a Teora, a partire dal Fronte Unico di Liberazione fino ai partiti conservatori. Questa percentuale poi andrà man mano calando nelle tornate elettorali successive, mentre aumenterà la percentuale di emigranti, sia verso l'estero (Svizzera, Belgio e Sudamerica) che verso altre zone d'Italia.

COMUNI

elettori

votanti

PCI

PSIUP

P. d Az.

CDR

DL

PRI

DC

UDN

UQ

BNL

PUN

GCI

VOTI NON VALIDI

TEORA

1688

1480

36

44

28

30

281

32

141

111

32

542

15

9

170

CONZA DELLA CAMPANIA

1752

1522

162

136

33

48

36

23

147

320

10

351

26

18

212

S.ANDREA DI CONZA

1686

1549

6

72

15

56

96

15

487

453

10

103

39

32

165

CAPOSELE

2265

2087

144

240

39

63

141

14

781

74

36

134

13

125

283

SENERCHIA

817

730

2

9

7

27

2

0

217

12

42

305

10

23

74

CALABRITTO

2320

2143

82

62

9

61

14

9

312

242

270

673

22

45

342

MORRA DE SANCTIS

1687

1556

414

118

23

12

148

89

33

15

10

462

9

42

181

LIONI

3719

3426

39

42

9

666

1678

10

359

49

180

92

20

7

166

S.ANGELO DEI LOMBARDI

4023

3430

80

48

27

489

172

134

1093

678

36

160

63

25

425

CAIRANO

875

808

3

33

5

11

4

11

464

19

58

94

4

10

92

Tabella 1: Risultati delle elezioni per l’Assemblea costituente in alcuni comuni dell’Alta Irpinia.

Pubblicato il 3/6/2008 alle 22.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web