Blog: http://teoraventura.ilcannocchiale.it

Peppino Impastato, un uomo coraggioso

Dove un gruppo di uomini liberi si unisce,
tu sei presente,
dove la bandiera illumina il sangue dei morti
tu ci sei,
tra confronti e scollamenti
il tuo volto si riconosce,
la tua voce rinasce,
quasi un urlo di libertà
che scuote le coscienze.

Giovanni Riccobono 

Il 9 maggio 1978, lo stesso giorno in cui fu scoperto il cadavere di Moro, veniva assassinato dalla mafia Peppino Impastato. Per ricordarlo e fare il punto della situazione nella lotta alla mafia in questi gironi a Cinisi si svolge il Forum per la legalità.
La vicenda di Peppino Impastato è stata resa celebre dal film "i Cento passi"di Marco Tullio Giordana, e per la mia generazione questa è stata una tappa fondamentale per scoprire la vita e l'operato di un uomo senza viltà. Ma la memoria può e deve aiutare a vivere il presente; credo che tutti coloro che lottano per la legalità quotidianamente siano oggi il vero patrimonio del nostro Sud, e credo che anche la mia parte politica debba fare tesoro di queste esperienze; mi riferisco a uomini come Don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e presidente di Libera, a Padre Alex Zanotelli, anche a uomini dello Stato come Piero Grasso e Tano Grasso, e ce ne sono tanti altri; il pregio di questi uomini è la concretezza, la quotidianità di fare cose piccole ma di grande valore e significato civico. Basterebbe pensare alle cooperative di Libera, che coltiva grano e vite su terreni confiscati alla malavita e producono prodotti seguendo principi etici alti e contribuendo a dare lavoro a giovani, uomini e donne in difficoltà, combattendo le mafie sul loro terreno di crescita, cioè il disagio profondo.
Ecco, questi sarebbero i migliori leader di una sinistra del futuro in Italia; credo che fare cose concrete, progetti anche poco reclamizzati e sensazionali ma concreti, sia una delle cose che può farci risorgere nella considerazione degli italiani. Nel segno di Peppino e degli altri martiri delle mafie.






Pubblicato il 9/5/2008 alle 8.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web