.
Annunci online

teoraventura
L'assistenzialismo è peggio della peste, perchè i malati sono contenti (Ettore Chirico).


Diario


28 settembre 2010

Osservatorio sul doposisma, la presentazione del rapporto

Il 9 ottobre 2010, a Pertosa e Auletta, verrà presentato il rapporto 2010 dell'Osservatorio Permanente sul Doposisma, intitolato "Trent'anni di terremoti italiani. Un'analisi comparata sulla gestione delle emergenze". Nell'occasione ci saranno due momenti di dibattito. In basso il depliant con il programma completo.








25 settembre 2010

Piccola storia di Addaì



Tra le conseguenze delle scelte sulla sanità in Irpinia, è apparsa sui giornali una vicenda singolare; è la storia di Addaì Kwaku, un ghanese di cui non si conosce l’età.

Il 118 aveva trovato l’unico letto disponibile a Bisaccia, dopo che Addai era caduto dall’impalcatura in un cantiere di Castel Volturno.Da allora, Addaì non ha più ripreso conoscenza e vive sospeso in coma neuro-vegetativo in un letto del reparto di lungo degenza del «Di Guglielmo».

Da ottopagine si legge che, "grazie alle ricerche di una associazione di volontariato, si è venuti a conoscenza che Addaì ha lasciato in Ghana moglie e quattro figli i quali per due anni, dal giorno dell’incidente, avevano perso ogni contatto con il proprio congiunto che ora difficilmente rivedranno: troppe le difficoltà di ordine burocratico ma, soprattutto, troppi i soldi che servirebbero per il viaggio in Italia. A Bisaccia è arrivato il fratello, Isaac, che era anche lui a Castel Volturno. I medici e il personale dell’ospedale destinato a chiudere, continuano ad accudire Addaì Kwaku in attesa dello smantellamento del presidio ospedaliero".

Non ho citato questa storia per suscitare chissà quali compassioni o pietà; è una storia che andava raccontata, per far aprire gli occhi su cosa è oggi, fuori dagli stereotipi, l’Irpinia.



24 settembre 2010

Perdendo la salute



La tanto temuta attuazione del piano regionale sulla sanità è giunta alla resa dei conti. Da giorni sul tetto dell’ospedale di Bisaccia ci sono i cittadini e gli amministratori che protestano. Stesse tensioni a Sant’Angelo. Il dissesto della sanità in Campania ha radici antiche, e non scendo qui nella cronistoria e nei motivi. Di sicuro gli sprechi e il dissesto non si sanerà chiudendo tutti e due gli ospedali dell’Alta Irpinia, che comunque insieme servono un’area di 60mila abitanti. Da oggi sarà più difficile curarsi in Alta Irpinia, e di questo i cittadini non hanno molta colpa, salvo quella di voler continuare ad abitare un territorio che si spopola e che dopo queste decisioni è destinato ad un rapido peggioramento.

Ecco nel dettaglio come cambierà la situazione:

Prendeil via la procedura che porterà alla chiusura dell’ospedale. Ed alladismissione del pronto soccorso e dell’unità operativa di chirurgia del«Criscuoli» di Sant’Angelo dei Lombardi. Un provvedimento del commissariostraordinario dell’azienda sanitaria di Avellino Sergio Florio fa tornare alivelli altissimi la tensione in alta Irpinia e rimette in moto la protesta.  Florio ha già predisposto - attraverso ladeliberazione 972 dell’8 settembre - un planning delle attività da porre inessere. Il commissario ha definito - illustrandole, in maniera chiara epuntuale, in una serie di schede - le varie tappe che porteranno allaridefinizione della sanità nelle zone interne della provincia. La dismissionedelle unità operative di medicina, chirurgia generale e lungodegenza - allocatepresso il «Di Guglielmo» di Bisaccia - dovrebbe essere avviata già il prossimo15 settembre con la dismissione e ricollocazione di attrezzature e tecnologie.Subito dopo - dal 1° ottobre - verrà avviata la cessazione dell'attivitàospedaliera, con lo stop al ricoveri e la predisposizione della dimissione odel trasferimento - a seconda della gravità dei casi - dei pazienti attualmentericoverati presso. Discorso a parte, invece, per lo Spdc (servizio psichiatricodi diagnosi e cura) che verrà trasferito presso il presidio ospedaliero diAriano. Nelfrattempo, nella struttura di Bisaccia verrà, invece, allocata la Sir(struttura intermedia di residenza), attualmente ospitato a Morra de Sanctis.L'emergenza territoriale sarà garantita, invece, attraverso l'attivazione delPsaut (servizi di assistenza ed urgenza territoriale potenziati) che, neifatti, è una sorta di primo soccorso con stabilizzazione del paziente edisposizione del trasferimento presso altre strutture. Lo stesso accadrà aSant'Angelo dei Lombardi, dove il Psaut - la cui attivazione prenderà il via ilprossimo primo ottobre, due mesi prima rispetto a Bisaccia - sostituirà ilpronto soccorso. Il «Criscuoli» sarà interessato - nell'ambito dellariconversione in polo riabilitativo - anche dalla dismissione dell'unitàoperativa di chirurgia e dalla riorganizzazione di medicina. Un doppiointervento drastico ed articolato, che ridimensiona il ruolo delle strutturesanitarie in alta Irpinia. Di fianco all'attivazione di nuovi Psaut presso lestrutture del ”Di Guglielmo” e del ”Criscuoli”, infatti, il commissario prevedela realizzazione (entro il prossimo 30 settembre) di un'analisi dei dati diattività dell'emergenza territoriale ed ospedaliera su base provinciale.

Michele De Leo, Il Mattino


22 settembre 2010

Energia, rifiuti e protezione civile


Segnalo due giornate di dibattito e studio che si svolgeranno a Grottaminarda (Avellino) l'8 e 9 ottobre su Energia, rifiuti e protezione civile, a cura della Fondazione Volontariato e Partecipazione.

Per maggiori informazioni: qui





17 settembre 2010

GRAZIE!


tramonto, foto di Emidio De Rogatis


Teoraventura ha raggiunto e superato i 150mila contatti. I visitatori costanti hanno ormai raggiunto un buon numero. Questo è sicuramente uno stimolo a continuare e a cercare di migliorare il blog.

Al tempo di facebook, twitter e altri social networks non è facile gestire un blog; questo esiste da un po’ e va avanti nonostante tutto.

A quelli che vengono spesso, quelli che passano di rado, a chi passa distrattamente, ai curiosi, a chi commenta e a chi vorrebbe farlo, ma non lo fa a chi guarda sospettoso, a quelli che condividono e a chi no, insomma:

GRAZIE!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog news sito teora irpinia contatti ventura

permalink | inviato da teoraventura il 17/9/2010 alle 13:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 settembre 2010

2 notizie


Mi tocca segnalare due notizie, una alquanto drammatica, l'altra meno (ma collegata ad una situazione, quella della sanità in Alta Irpinia, abbastanza seria). Su questo tema tornerò con altri dettagli nei prossimi giorni.

 





permalink | inviato da teoraventura il 16/9/2010 alle 11:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 settembre 2010

Prefabbricati & turismo in Irpinia, una guida

Questo è un post che si accoda a quello intitolato Villaggio vacanze. Ma non è una mia riflessione o un commento, è un post di servizio.

Qui metterò le informazioni utili a chi vuole affittare un prefabbricato o un appartamento in uno dei paesi dell’Alta Irpinia o della Alta Valle del Sele. Questo perché mi sono accorto che nelle pagine di ricerca il mio blog è continuamente visitato da persone che cercano informazioni su questo tipo di servizio.

Per affittare un prefabbricato si consiglia di telefonare direttamente ai comuni e chiedere di parlare con chi si occupa della gestione degli alloggi. Lì vi sapranno dire della disponibilità e dei costi del servizio.
 
Poi per la percentuale sugli affitti fornirò le mie coordinate bancarie ai comuni beneficiari (si scherza, eh!)
 
Ci sono poi siti e strutture specializzate per offerte immobiliari e per pacchetti turistici più completi; segnalo anche quelli.

 

ALLOGGI PREFABBRICATI  
Laviano (Sa)
Tel: 0828/915001 – 915201
 
 
Teora (Av)
Tel: 0827 51005
 
 
Conza della Campania (Av)
Tel. 0827.39013
 
 
San Mango sul Calore (Av)
 
Tel. 0827.75358
 
Romagnano al Monte (Sa)
Tel. 0828/751012
 
 
Agenzie immobiliari
 
Tecnocasa Lioni
Tel: 0827/224933; 0827/400914
 
Porta d’Oriente (Calitri)
Tel. 0827 / 1916002
 
Altri siti di informazione turistica
 
Irpiniaturismo
Tel: 0827 69244
 
Irpinando
Tel: 0825 71280
 


7 settembre 2010

Una Campania diversa



Angelo Vassallo

Nella notte tra domenica 5 e lunedi 6 è stato assassinato con 9 colpi di pistola, un'esecuzione in piena regola. Ancora non sono chiari i motivi dell'assassinio.
Di sicuro Vassallo si opponeva a chi voleva imporre la sua legge sul territorio, a scapito dei cittadini e del bene comune.
Quest'uomo deve diventare un simbolo di resistenza e responsabilità civile. C'è una Campania diversa, ci può essere un modo di vivere al Sud senza sottomettersi e da protagonisti.
Non dimentichiamo il suo esempio.


6 settembre 2010

Friuli, il paradigma positivo

Qualche giorno fa, sul corriere della Sera, Sergio Rizzo e Gianantonio Stella, nella rubrica Visioni d'Italia, hanno raccontato come il Friuli reagì ai due terremoti del 1976. Una lettura interessante e ricca di dati.




Quella regione testarda che ha battuto le new town

 

Dopo il sisma del 1976 i «furlani» hanno rifiutato di lasciare i paesi distrutti così come avevano resistito allAustria nel 1848. E oggi tutto è tornato comera

  

sfoglia     agosto        ottobre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
altra irpinia
sto leggendo...
Terremoti e dintorni

VAI A VEDERE

NON SEMBRAVA NOVEMBRE QUELLA SERA
TERREMOTO IRPINIA-Storia e memoria
TU SI NAT IN ITALY
Officina Solidale
Osservatorio sul Doposisma
Fondazione Mida
ORENT
Storia e futuro
Antonello Caporale
G. Silei
AISO Italia
Lavoro culturale
Volontariato oggi
le terre che tremarono (Belìce)
Tiere Motus- Friuli 1976
Napoli monitor
Spinoza
Doctor Brand
pearl jam
PRO LOCO TEORA
NUOVO MILLENNIO
Roberto Rotonda blog
Amici della bici
orizzonte scuola
siena news
ottopagine
il mattino
corriere irpinia
ALTirpinia
Il Ciriaco
il portale di teora
Bradipo Nevrotico
flyfra-giokoliere
palio
storia di lioni
L'alambicco di S. Cesario
SE la Capo
Piccoli paesi
Comunità Provvisorie


 

Chi sono

 
 

file:///C:/Users/Stefano/Desktop/vogliamo_viaggiare.jpg

 

Stefano Ventura

Non sembrava novembre quella sera.

Il terremoto del 1980 tra storia e memoria

2a edizione

Mephite

COMPRALO ONLINE

IL BLOG DEL LIBRO

Vogliamo viaggiare non emigrare_Ventura.jpg

 

 
 

SISMOGRAFIE.

Tornare all'Aquila 1000 giorni dopo il sisma

 

 

 

 

Teoraventura

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

 

 

  

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

http://www.wikio.it

 

  

 

Contributi sparsi

I terremoti italiani e la Protezione Civile

Il terremoto del 1980. Storiografia e memoria

30 anni di terremoti italiani

Irpinia 1980, viaggio nel terremoto

L'emergenza e i soccorsi, dalle memorie alla Protezione civile

Le industrie, 30 anni dopo 

Il lavoro in Irpinia negli anni del terremoto

I comuni del terremoto dalla ricostruzione al futuro

I ragazzi dell'Ufficio di Piano. La ricostruzione urbanistica in Irpinia

Semiseria analisi lessicale di un disastro naturale (prefazione)

I confinati in Irpinia durante il fascismo

Le industrie del dopo terremoto in Campania e Basilicata

OkNotizie 

 

Gli Angeli Del Terremoto_Stefano Ventura_2010

Le Industrie Del Dopoterremoto_Stefano Ventura

L'Irpinia, la Crisi e lo spopolamento

Wikio - Top dei blog

CERCA